Verona e Venezia prime città venete col biglietto unico integrato per il trasporto pubblico 

Oggi è stata presentata a Venezia alla Smart Control Room di Venezia, all’isola del Tronchetto è stata presentata l’iniziativa dei Comuni di Venezia e di Verona di adottare il biglietto unico integrato per il trasporto pubblico. Questa facilitazione per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici parte dalle due città più turistiche del Veneto che hanno l’80% del turismo dell’intera regione. Il biglietto unico prevede cinque soluzioni di viaggio, ciascuna della durata di 24 ore. Il ticket per l’area urbana di Verona costerà 7,50 euro, mentre per Venezia ci saranno due opzioni, una da 21 e una da 5 euro, rispettivamente con e senza servizio di navigazione incluso. I pass a ‘più lunga gittata’ sono il ‘Venezia-Verona Daily Pass’ che include le aree urbane delle due città e il collegamento ferroviario a 39,50 euro, e il ‘Mestre-Verona Daily Pass’, senza trasporto acqueo, a 23 euro.

“Dopo tanti anni di discorsi sul biglietto unico, iniziamo a parlare di concretezza e sperimentazione. – ha detto l’assessore ai Trasporti del Veneto, Elisa De Berti – Sperimentazione che partirà nei prossimi giorni e coinvolge Actv, Atm e Trenitalia”

Il sindaco di Verona Federico Sboarina si è dichiarato molto soddisfatto dall’accordo con Venezia: “il biglietto unico integrato riduce le distanze fra Verona e Venezia, che sono le due città più popolose e che hanno da sole l’80% del flusso turistico della regione. Ed è particolarmente importante soprattutto in vista del biglietto regionale unico che entrerà in vigore in occasione delle Olimpiadi invernali del 2026”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail