Veronetta, l’ex edicola diventa un info-point per residenti e turisti

Il bene porta bene. Arriva nei luoghi più impensati e li restituisce a nuova vita. Succede all’ex edicola di piazza Santa Toscana a Veronetta, chiusa ormai da un anno per cessata attività, che oggi riapre con una veste tutta nuova. Diventa punto informativo e di relazione per il quartiere, una sorta di “infopoint sociale”, in cui si potranno avere informazioni turistiche e dove si faranno attività di vario genere, dai laboratori artistici allo sportello di ascolto della cittadinanza, dal supporto digitale ai residenti alla valorizzazione dei alcuni spazi del quartiere come il Bastione delle Maddalene.

Ancora una volta, il piccolo miracolo è possibile grazie ai Patti di sussidiarietà, lo strumento che vede insieme il Comune e i cittadini per la cura dei beni comuni, con progetti o interventi a favore della collettività. Per la prima volta, a vestire i panni dei cittadini attivi, ci saranno anche i consiglieri di Circoscrizione, che scendono in campo insieme ai volontari di diverse associazioni del territorio per  rinforzare la rete di attivismo del quartiere. “Amministratori e cittadini collaborano insieme per migliorare il proprio quartiere, questo è proprio un  bel messaggio – commenta l’assessore al Decentramento, Federico Benini -. L’ex edicola di Veronetta era chiusa da ormai un anno, grazie a questo progetto tornerà ad essere un punto di riferimento per la comunità, un luogo di incontro, di attività, di informazione e promozione turistica. Un cuore pulsante di un quartiere già di per sé molto vivo, ma che vogliamo arricchire con proposte di qualità e soprattutto con il coinvolgimento di più persone possibili”.

Il progetto. L’ex edicola di Veronetta ha cessato la propria attività il 31 dicembre 2021. La proprietaria l’ha ceduta al Comune, che a sua volta la assegna in cura ad alcune associazioni attive nel quartiere per farne un’edicola sociale. Ci collaborano:  l’associazione capofila “D-Hub-Un centro dove incontrarsi, fermarsi e ripartire”, che coordinerà le altre realtà partecipanti; il Gruppo informale “Residenti in via Venti Settembre Social Street” e  le associazioni “Veronetta 129”, “Heraldo”, “Diplomart”, “Vivevisioni” e l’Impresa sociale “Cooperativa La trottola”.

Sarà stringente la sinergia con la Circoscrizione Prima, che crede molto nel progetto  tanto da che alcuni consiglieri saranno impegnati in prima linea n elle attività che si svolgeranno attraverso l’edicola.Le attività partiranno da gennaio secondo un calendario che verrà costantemente aggiornato e reso visibile sia nell’ex edicola sia nelle pagine web del Comune e della Circoscrizione. Oggi, all’inaugurazione simbolica erano presenti, oltre all’assessore al Decentramento Federico Benini, il presidente della Circoscrizione Prima Lorenzo Dalai con il consigliere e presidente della Commissione Sociale Andrea Avanzi, Maria Antonietta Bergamasco dell’associazione D-Hub, Robertino Vincenzo e Gianesini Luisa che per 25 anni hanno gestito l’edicola del quartiere.

“Uno dei problemi di Verona – spiega il presidente Dalai – è che la maggior parte del flusso turistico finisce tutto nella città antica e, in pochi isolati, la domenica si concentrano 50-60mila persone. Ci sono però altre ricchezze da valorizzare, come ad esempio il Parco delle Mura, sul quale interverremo sicuramente nei prossimi mesi. Questa ex edicola dunque potrebbe essere un punto d’appoggio proprio per una modalità di informazione ai turisti. Chiederemo che i bus che fanno il tour di visita della città fermino qui, in modo da creare anche un punto di raccolta turistica, per avere informazioni sulle bellezze di Verona che sono tante e meravigliose”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail