Villafranca: dal 24 febbraio al 1 marzo ritorna in presenza la 64esima Rivista di Fondazione Compagnia Aurora all’Auditorium dell’Ex Macello

Quest’anno, mai come gli anni passati tutte le circa 60 persone che fanno parte della compagnia hanno dimostrato un grande entusiasmo e voglia di tornare sul palco. I gruppi di lavoro della fondazione, dai tecnici di scena agli scenografi, dalle costumiste agli attori e al corpo di ballo, hanno dimostrato durante questo difficile periodo di pandemia un importante partecipazione. Come annunciato alla conferenza stampa di questa mattina, quest’anno ci saranno delle novità, a cominciare dal biglietto. Vista l’impossibilità di effettuare assembramenti durante l’abituale e storica prevendita con lunghe file al botteghino, è stato attivato un servizio di prevendita online tramite il sito www.fondazionecompagniaaurora.org 

Si potrà comprare i biglietti direttamente dal divano di casa, scegliendo le poltrone che preferite e pagandole comodamente con Carta di Credito. A partire da Sabato 19 i biglietti saranno comunque acquistabili come sempre presso l’Auditorium. Il procedimento è molto semplice, a partire da martedì 15 febbraio, fino a sabato 19, basterà inserire nome, cognome e mail, nel sito e il biglietto con il quale accedere agli spettacoli sarà stampabile.

Elisa Faccincani, presidente della Fondazione Compagnia Aurora ha concluso: “La Fondazione dal 57 ha lo scopo di favorire le iniziative culturali nel campo dellarte e del tempo libero e come da tradizione si occupa dellallestimento dello spettacolo della Rivista del Carnevale di Villafranca. Questanno ci siamo presi limpegno di ripresa in presenza e nonostante le complicazioni imposte dalla pandemia oggi finalmente siamo pronti a ripartire. Vi aspettiamo numerosi!”

Claudia Barbera, assessore alla cultura di Villafranca ha aggiunto: “Siamo felici che la Fondazione Compagnia Aurora possa finalmente riprendere a portare in scena la Rivista. LAurora rappresenta per ogni villafranchese un punto di riferimento del periodo carnevalesco e non solo… Nel 2020 abbiamo visto chiudere ahinoi anzitempo la rassegna e ripartiamo dunque con la speranza che, anche attraverso limpegno di chi sta lavorando a questa Rivista, molti giovani possano riavvicinarsi al teatro e alle nostre tradizioni.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail