A Matilde Anghinoni de L’Adige il Premio Antonio Spadaccino come miglior cronista under 35

Matilde Anghinoni – collaboratrice de L’Adige per la cronaca locale, del quotidiano online Therivernews.com in lingua inglese e del mensile Target – è stata proclamata questa mattina vincitrice del Premio Antonio Spadaccino (caporedattore del dorso veneto del Corriere della Sera prematuramente scomparso due anni fa) riservato al miglior collaboratore under 35. La premiazione è avvenuta all’avvio della terza giornata del Festival del Giornalismo all’Università degli Studi di Verona, alla presenza di Simona Brunetti, docente di Discipline dello spettacolo e di Angiola Petronio, Presidente di Assostampa Verona.

Matilde Anghinoni è stata selezionata dalla famiglia Spadaccino per la freschezza del suo lavoro e la passione e l’impegno profuso in ogni suo articolo.

«Mio padre Antonio avrebbe apprezzato particolarmente una ragazza come Matilde – ha dichiarato Camilla Spadaccino al momento della consegnaperché aveva un occhio di riguardo per tutti i giovani che con passione e dedizione cercano di superare gli ostacoli per realizzare il proprio sogno».

«Ringrazio tutti per questo premio importantissimoaggiunge Matilde Anghinoniinnanzitutto perché ci permette di ricordare un grande giornalista veronese, purtroppo scomparso, ma anche perché effettivamente, proprio come voleva Antonio Spadaccino, mi incoraggia a proseguire nel mio percorso».

Sempre nell’ambito del Premio Spadaccino una Menzione speciale è andata a Giorgia Pretiresponsabile editoriale del cartaceo del Gruppo Verona Network, per l’impegno e la passione che l’hanno portata, in breve tempo, a ricoprire un ruolo importante all’interno del Gruppo editoriale per il quale lavora.

A Matilde e Giorgia i complimenti della direzione e della redazione del Gruppo.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail