Aria irrespirabile. Allerta rossa. Ma venerdì piove

E’ un mese che non piove. Di neve a Verona non se ne parla. Risultato: l’aria è irrespirabile. Non occorrono le rilevazioni dell’Arpav, che conferma l’allerta 2 rosso. Basta alzare gli occhi e si vede il cielo di quel colore grigiastro che la dice lunga sull’umidità ed il pulviscolo che sta in sospensione nell’atmosfera.

aria

Anche mentre si respira se ne avverte la pesantezza e anche che non è proprio inodore. E’ l’effetto disgraziato delle pianure Padana e Veneta che risente del fatto che l’arco alpino blocca le correnti dal Nord e allo stesso tempo trattiene a sud l’umidità proveniente dal Mediterraneo. 

Ne avremo fino a venerdì, prevede il meteo e anche l’Arpav, che farà il  prossimo controllo venerdì 9 febbraio. 

Fino a quel momento fermi tutti i diesel privati e commerciali Euro 5    dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli a benzina fino Euro 2, i diesel commerciali fino Euro 4 e i ciclomotori Euro 1.

Poi finalmente arriverà una perturbazione dal nord Atlantico, che porterà nubi e poggia che pulirà l’aria e l’asfalto dalle polveri sottili.

Il Comune per limitare la produzione di PM10 serve l’impegno da parte di tutti. Bisogna rispettare i divieti già in essere, e ad adottare stili di vita virtuosi e comportamenti rispettosi dell’ambiente al fine di contribuire al miglioramento della qualità dell’aria nella nostra città.

Si consiglia, quindi, di utilizzare il meno possibile l’auto, di limitare gli spostamenti e non tenere accesi i motori durante la sosta; di ridurre gli orari di funzionamento del riscaldamento. 

E’ vietato anche di utilizzare generatori di calore domestici a legna in presenza di impianto di riscaldamento alternativo e di effettuare combustioni all’aperto.

Via libera alla circolazione di tutti i veicoli bifuel, ossia con impianti gpl o metano, alimentati sia a benzina che a diesel, purché utilizzino negli spostamenti rigorosamente gpl o gas metano; possono inoltre circolare le auto a metano, gpl, elettriche, ibride e quelle a benzina sopra Euro 2.

Consentito il car-pooling, ossia 3 persone a bordo per le macchine più grandi e 2 per le biposto.

Via libera anche per i veicoli di portatori di disabilità muniti di contrassegno, e a quelli adibiti a compiti di soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente.

Nessuna limitazione alla circolazione nei tratti stradali. Tangenziale Est – da Via Valpantena all’altezza dello svincolo di Poiano fino al raccordo verso il casello autostradale di Verona Est e la vicina Tangenziale Sud.

Tangenziale Sud – dal raccordo del Casello autostradale di Verona Est fino a quello del Casello di Verona Nord. Tratti autostradali ricadenti in territorio comunale.

Ancora, possibilità di circolazione per raggiungere Fiera, Stadio e Palazzetto dello Sport, limitatamente ai percorsi da e per tangenziali e caselli autostradali più vicini, oltre al percorso da tangenziali e autostrade, per raggiungere aree camper a Porta Palio e in via Belfiore.

Tutte le informazioni sul sito del Comune di Verona.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail