Casartigiani, un ciclo di seminari dedicati alla sostenibilità ambientale e alla riduzione della dispersione energetica applicata alle costruzioni civili e industriali

Il Pnrr, approvato dalla Commissione europea, ha assegnato all’asse strategico “rivoluzione verde e transizione ecologica” la fetta più corposa dei finanziamenti, si parla di ben 59,46 miliardi, un piano di investimenti su questo tema mai visto prima nel nostro Paese. Questa mattina, nella sede della Camera di Commercio, è stato presentato il ciclo seminariale dal titolo “La nuova sostenibilità ambientale” che ha l’obiettivo di fornire strumenti utili agli attori del comparto casa veronese per rafforzare la competitività delle proprie aziende e dei propri studi professionali puntando sul trasferimento e sulla condivisione delle più recenti novità in ambito tecnologico finalizzate al risparmio energetico nelle costruzioni civili e industriali. Chiude il ciclo di incontri un convegno sui canali di accesso al credito per trovare le risorse economiche per finanziare gli investimenti degli operatori economici. I seminari sono organizzati da Casartigiani Verona con il contributo della Camera di Commercio di Verona e il patrocinio di Edilcassa Veneto, Ordine degli Ingegneri e Ordine degli Architetti di Verona. I seminari godono inoltre dell’accreditamento dell’Ordine degli Architetti, cosa che permette agli iscritti di acquisire 2 CFP per ogni incontro.

Ad introdurre la conferenza stampa Paolo Artelio, componente di Giunta della Camera di Commercio di Verona: “La CCIAA di Verona ha finanziato questo progetto di formazione delle imprese e dei liberi professionisti del comparto edile con l’obiettivo di favorire l’adozione di pratiche più sostenibili e rispettose dell’ambiente. Sostenibilità significa anche costruire al passo con i tempi e quindi guadagnare competitività”. “La sostenibilità infatti è oggi riconosciuta come uno dei requisiti fondamentali per lo sviluppo della società contemporanea – sottolinea Artelio -. Il concetto di sostenibilità è evocato per caratterizzare e definire il rapporto ottimale tra uomo e natura, in qualsiasi forma esso si realizzi e costituisce un requisito essenziale per il governo delle trasformazioni in atto nel tessuto economico e dei processi coinvolti. Lo sviluppo sostenibile persegue contemporaneamente lo sviluppo economico della società, il benessere sociale degli individui e la salvaguardia dell’ambiente, sia attuali che futuri”.

“Con questi incontri vogliamo incoraggiare e stimolare la crescita di un ecosistema di innovazione, con focus particolare sui settori della transizione verde (come rinnovabili, efficienza energetica, economia circolare) tramite investimenti di venture capital diretti e indiretti”, sottolinea Stefano Bertani, Direttore di Fidi Artigiani Verona (Confidi di emanazione di Casartigiani VR).

Se da un lato però si attendono ancora le riforme strutturali per la rivoluzione green, come possono gli operatori economici attuare concretamente il concetto di transizione ecologica sia sul piano dei servizi offerti che dei processi produttivi?

“Non è facile conciliare il sentimento comune in materia di sostenibilità con le azioni produttive – spiega Massimiliano Pontarollo, Vicepresidente di Casartigiani Verona -. Il green infatti soprattutto per le micro aziende è un costo importante e spesso si finisce per rincorrere un trend più che perseguire un obiettivo etico. Quindi intercettare le risorse messe sul piatto dalla UE diventa un vantaggio competitivo per le aziende venete e veronesi che hanno la lungimiranza di inserire nei propri processi produttivi servizi e beni legati all’economia circolare e che acquisiscono competenze in materia di sostenibilità ambientali. Per questo più di due anni fa abbiamo lanciato l’iniziativa Casartigiani Zero uno strumento per permettere ad artigiani e PMI di conoscere ed applicare le normative per ridurre l’impatto ambientale ed essere sostenibili per i prossimi anni, una sfida che le aziende non possono più permettersi di rimandare”, spiega il Vicepresidente di Casartigiani Verona.

“Il ciclo di incontri è rivolto alle imprese del comparto casa (edili e installatori) e agli ordini professionali con lo scopo di approfondire il tema dell’efficientamento energetico con un approccio concreto, andando inoltre a valorizzare le idee e le competenze di esperti del settore con una forte identità veronese”, spiega Roberto Donà, moderatore del seminario sul tema dei sistemi E.T.I.C.S. (sistemi a cappotto) e imprenditore esperto di materiali edili. Il primo seminario si terrà il 29 giugno, ore 15:00, in Camera di Commercio di Verona. Per iscrizioni andare sul sito di Casartigiani Verona al seguente link.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail