Editoriali & commenti 811 results

Il M5S si trasforma nella Lega del Sud. La Lega torna a fare la Lega Nord. E il solco fra le due Italie si approfondisce

Da risultati elettorali emerge un dato che è stato colto nella sua evidenza, ma non nel suo vero significato. Il successo del M5S nel Sud non può essere liquidato con una battuta. Non è stato solo la furbata di Conte che col ‘reddito di cittadinanza’ ha salvato i grillini dalla scomparsa. E’ di più. E preoccupante. Significa che esiste un largo strato della popolazione italiana residente nel meridione che vota in base a scelte di puro interesse personale. ‘Conte mi garantisce ...

Elezioni politiche: aiuto, son tornati i terroni!

(di Bulldog) Il professor Paolo Feltrin, a caldo, questa notte evidenziava come i veri vincitori di queste elezioni siano partiti e politici di chiara impronta meridionale e meridionalista. Giuseppe Conte, pugliese; Giorgia Meloni, romana. E con loro Carlo Calenda, pure romano. Di figure politiche del nord, oggi vincenti ed oggi in grado di conquistare voti al sud nemmeno l'ombra. Berlusconi, Prodi, Salvini, Zaia...altro mondo. A questo vanno aggiunte le percentuali spaziali che il Movime...

L’invasione russa dell’Ucraina ha portato al pettine i nodi di USA, Europa e Italia: poca leadership e nessuna visione

Misteri geopolitici da trattare davanti al caminetto, se non ci fosse di mezzo un'invasione lampo che poi è diventata una guerra sanguinosa punteggiata di orrende stragi di civili e previsioni molto fosche. Qual era all'inizio il vero obiettivo di Putin? E qual è adesso che la controffensiva ucraina ne mette (almeno) in dubbio l'esito? E anche: cosa vogliono Biden e l'Europa? Cosa succederà tra gli USA e la Cina davanti a Taiwan? Come ne uscirà una UE in apparenza unita ma nei fatti divisa ...

“Friday for future”: una vergognosa presa in giro dei giovani che li distrae dai veri problemi e dalle vere responsabilità

(di Paolo Danieli) Poveri ragazzi! “Friday for future”: li hanno mandati in piazza a fare uno sciopero contro non si sa chi. Già, perché da che mondo e mondo, o meglio, da quando i lavoratori se lo sono inventato, lo sciopero è un’ ‘arma’, una forma di pressione nei confronti di qualcuno. E allora, ci si chiede, contro chi scioperano ‘sti ragazzi? Contro il governo? Ma se c’è già il ministro della Transizione ecologica a fare quello che chiedono? Contro l’Europa? Contro la ...

Stipendi bassi? tutta colpa dell’egualitarismo al posto del merito e dei diritti al posto dei doveri

( di Alberto Brambilla e Claudio Negro *) È diventato ormai un luogo comune il racconto politico-sindacale di una società italiana che progressivamente si impoverisce e al cui interno aumentano le diseguaglianze di reddito, a causa soprattutto di salari troppo bassi. Anzi, a dire il vero si tratta di un’argomentazione piuttosto recente, perché fino a poco tempo fa la narrazione imperante voleva che, con Statuto dei Lavoratori e Contratti Collettivi nazionali (CCNL), la tutela fosse ...

Gaudeamus igitur, anche questa campagna elettorale sta finendo

(di Bulldog) Cinque giorni. Cinque giorni ancora di pazienza e la più brutta campagna elettorale della storia repubblicana finirà in archivio. Finirà in archivio con tutta la sua dose di meschinità e cattiverie, di bugie, di agguati verbali e giudiziari, lo squallido spettacolo  di una classe politica mai come oggi distantissima dalle necessità del Paese. Non un progetto vero per l’Italia al 2050; non una svolta vera su cosa dovrà fare questo Paese per avere un futuro; non una ...

La sinistra sa di perdere e gioca a contenere i danni

(di Nuccio Carrara*) Il ridicolo e il drammatico stanno connotando la campagna elettorale della calda estate 2022. La sinistra, variamente declinata, sa di perdere e gioca a contenere i danni cercando di distrarre gli italiani dai reali problemi e creando cortine fumogene per nascondere il proprio disorientamento, anche ricorrendo a meschini colpi bassi. Ha cominciato con l’eterno ritornello della lotta al fascismo, morto da più di settant’anni ma resuscitato ad ogni appuntamento eletto...

La legge sull’obiezione di coscienza ha 50 anni. Grandi festeggiamenti. Ma quel che serve per rispettare Costituzione e sensibilità individuali è altro

(di Paolo Danieli) Grandi festeggiamenti per l'anniversario della legge sull'obiezione di coscienza che compie 50 anni essendo stata promulgata nel 1972. La legge era la conseguenza del servizio militare di leva obbligatorio allora in vigore ed abolito nel 2004. L'art.1 recita: “Gli obbligati alla leva che dichiarino di essere contrari in ogni circostanza all'uso personale delle armi per imprescindibili motivi di coscienza, possono essere ammessi a soddisfare l'obbligo del servizio ...

Carlo Alberto Dalla Chiesa e Albino Luciani: due morti parallele collegate dal filo nero del dubbio

(di Paolo Danieli) Un filo nero accomuna l’assassinio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa,  avvenuta il 3 settembre di 40 anni fa, e la morte di papa Albino Luciani, avvenuta il 28 settembre 1978. Un filo nero, costituito dagli stessi dubbi e sospetti che rimangono su molti eventi luttuosi di quel periodo opaco della storia italiana che va dalla fine degli anni ’60 agli anni ’80, con qualche propaggine anche nei primi ani ’90. Dubbi e sospetti mai fugati né chiariti. Dalla ...

Quarant’anni fa l’assassinio di Carlo Alberto Dalla Chiesa

(di Bulldog) Per farmi avere un tono di voce "massiccio" mi misero in fondo al cortile ad urlare ordini ai fucilieri del mio picchetto. Dalla finestra della fureria il comandante di compagnia controllava da lontano. Non si poteva sbagliare infatti: arrivava alla Duca il soldato che aveva sconfitto le Brigate Rosse, che rappresentava il meglio delle Forze Armate e che avrebbe presenziato alla sfilata del 4 novembre, in Bra. Il Comandante della Divisione Pastrengo dei Carabinieri. Di Carlo ...

Politici deboli davanti ad un paese avido che spende 130 miliardi in lotterie vivendo a carico di qualcun altro

(di Alberto Brambilla *) "Dobbiamo dare agli italiani quello che si aspettano" dicono gran parte dei leader nostrani, reclamando scostamenti di bilancio, tagli del cuneo fiscale per i redditi più bassi, e così via. Follie italiane di una politica sciatta che guarda al tornaconto del partito e non vede più in là dei problemi di giornata, mentre il Paese è percosso dalle piaghe dell’inflazione, dei tassi in rialzo, del debito pubblico, dalla siccità e dalla guerra. Ma cosa si ...

Central Park, dalle opere compensative un anello “verde” integrato di piste ciclabili

(di Alberto Ballestriero e Giorgio Massignan) La nuova Amministrazione di Verona, sta valutando come destinare i circa 15 milioni di euro per le opere compensative al progetto dell’Alta Velocità delle Ferrovie, che la precedente Amministrazione aveva previsto di utilizzare per la realizzazione del sottopasso all’ex Scalo Ferroviario. Un’infrastruttura che avrebbe dovuto collegare stradone Santa Lucia a piazzale Guardini fino a via Albere, in zona Stadio. La logica che aveva spinto a ...

Ecco perchè a Verona serve un Parco delle Mura

(di Giorgio Massignan) Il 2 dicembre del 2000, Verona è stata dichiarata, dalla 24° sessione della Commissione mondiale dell'Unesco, Patrimonio storico e culturale dell'umanità.  Tra le motivazioni, cito letteralmente: “Verona rappresenta in modo eccezionale il concetto della città fortificata in più tappe caratteristico della storia europea.”  I bastioni a destra Adige, da ponte San Francesco a ponte Catena, sul tracciato originario della cinta muraria scaligera e veneziana, ...

Il Generale Inverno è tornato. Sotto forma di gas

Il prezzo del gas continua a salire e trascina al rialzo tutti i beni di consumo, compresi quelli di prima necessità. Questo avviene in Italia e anche nel resto dell’Europa occidentale. E in vista di ulteriori possibili aumenti, se non di ulteriori tagli alla fornitura di gas da parte della Russia, c’è chi corre ai ripari pensando all’inverno.La Germania vuole ridurre del 20% i consumi di gas. La quota è stata determinata per evitare il ricorso a misure ancora più dure. Ma già il ...

L’allergia di Fratelli d’Italia all’Autonomia potrebbe frenarne la crescita in Veneto

(di Paolo Danieli) Avevo già cominciato a sostenere la necessità dell’autonomia ancora nel Msi. Era l’inizio degli anni ’80. La Liga muoveva i primi passi con Franco Rocchetta. E io l’avevo presentato al ‘federale’ di allora, Fabrizio Comencini, che sul tema la pensava come me al punto da diventare qualche anno dopo nientemeno che il capo della Liga Veneta.  Ma il Msi era un partito centralista. Posizione ereditata dal Fascismo, ma dovuta anche al radicamento a Roma e nel ...