Editoriali & commenti 655 results

Da fortezza militare a museo diffuso, sarà questo il destino di Verona?

(di Giorgio Massignan) Dopo la sconfitta di Napoleone a Lipsia nell’ottobre del 1813; a  febbraio del 1814, l'esercito austriaco occupò Verona, sostituendosi ai francesi.  Nel 1815, con il Congresso di Vienna, Verona entrò a far parte del Lombardo-Veneto, uno stato dipendente dall’ impero austriaco. Rimase sotto gli Asburgo sino  al 1866, quando, con la terza guerra d’Indipendenza, anche il Veneto si riunì all’Italia.  La nostra città fu sempre considerata un luogo strategico ...

Confindustria Verona 2040, la via per l’inferno è lastricata di buone intenzioni

(p.d.) Di “Verona 2040. Live &Grow”, l’evento online organizzato ieri da Confindustria di Verona cui sono intervenuti fra gli altri il presidente nazionale Carlo Bonomi ed il Ministro per lo Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti L’Adige ha già scritto (qui la nostra cronaca). L’incontro è stato incentrato sullo sviluppo di Verona nella prospettiva dei prossimi vent’anni. Uno sforzo encomiabile che non trova però riscontro nei fatti. E’ positivo che i rappresentanti di una ...

1920-1930: i due decenni anni che costruirono la grande Verona. In perfetto stile razionalista

(di Giorgio Massignan) Dell’urbanistica, dell’architettura e delle grandi opere del primo dopoguerra a Verona se ne parla poco; ma fu proprio in quegli anni, tra il 1920 e gran parte del 1930, che la città contemporanea mise le sue radici.   Il "piccone risanatore fascista", in nome del decoro e della pulizia, sventrò e demolì interi isolati ritenuti vecchi, fatiscenti e non recuperabili, cancellando anni di cultura e di memoria storica. Ma, in quegli anni si costruirono anche edifici ...

Santa Maria in Stelle, il ripristino ambientale è ancora una chimera

(di Michele Bertucco) La vicenda dello sbancamento sopra Santa Maria in Stelle con un intervento molto invasivo e un ripristino ambientale che si fa attendere, rappresenta l'ennesimo esempio di quanto poca effettiva sia la tutela delle nostre colline, che pure sulla carta sono vincolante da tutti i punti di vista. Spesso queste operazioni sono rese possibili soltanto grazie alle carenze del sistema di tutela, si insinuano tra tra i limiti degli enti preposti a svolgere i necessari sopralluoghi ...

La legge elettorale non può essere lasciata in balia degli interessi del momento dei partiti

(di Paolo Danieli) Sempre più insistente la voce che entro la fine della legislatura si farà la nuova legge elettorale. Sotto la spinta della demagogia grillina gli altri partiti non sono stati capaci di dire di no alla riforma del Parlamento con il taglio di un terzo di deputati e senatori. La motivazione, speciosa, sempre quella: risparmiare sui costi della politica. Politici di lungo corso, che in privato ammettono di non condividere il taglio, non sono stati capaci di sottrarsi all’...

“Nuova” Amia, dal riassetto del ciclo dei rifiuti nessuna certezza

(di Michele Bertucco) I nuovi vincoli posti dal Ddl Concorrenza del 2021 costringono l'amministrazione a motivare meglio le ragioni e il progetto per il ritorno in house di Amia che la proposta di delibera annunciata descrive solo sommariamente. Questo significa che la scadenza finora ipotizzata del 31 dicembre 2021 è destinata a scivolare almeno di tre mesi. Riusciranno Sboarina e soci a portare a termine l'operazione (che hanno "ereditato" cinque anni fa) a chiudere la partita prima della ...

Irpef, ecco chi la paga realmente e perchè le statistiche sulla povertà sono false

(di Mara Guarino *) l totale dei redditi prodotti nel 2019 e dichiarati nel 2020 ai fini IRPEF ammonta a 884,484 miliardi, per un gettito IRPEF generato di 172,56 miliardi di euro (155,18 per l’IRPEF ordinaria, 12,31 per l’addizionale regionale e 5,07 per l’addizionale comunale). Aumentano dunque, seppur modestamente, sia i redditi dichiarati sia il gettito ma resta quasi invariata – salvo piccoli scostamenti – la percentuale di cittadini che sopporta la gran parte del carico ...

Senza rinnovabili, l’auto elettrica da sola non abbatte le emissioni di CO2

(di Giorgio Massignan) Quasi tutte le case automobilistiche stanno producendo automobili ibride o totalmente elettriche. Ma è vero che l’inquinamento da CO2 si riduce, o invece si sposta dai luoghi di transito a quelli di produzione di energia elettrica? Da uno studio di Radiant Energy Group, azienda statunitense che studia le energie rinnovabili, risulta che la quantità di emissioni di CO2, dirette e indirette, da parte delle auto elettriche, dipendono da come viene prodotta l’energia ...

Donazzan: reddito di cittadinanza, fallimento della politica, vittoria della criminalità

(di Elena Donazzan *) Da sempre sono fortemente critica con il reddito di cittadinanza e non gioisco del fatto che si sia dimostrato un fallimento. Si traduce oggi in un bilancio di spesa pubblica enorme e improduttiva: il personale individuato – i cosiddetti navigator –non ha saputo e potuto intervenire perché la funzione è stata completamente sbagliata. Si trattava infatti di personale non selezionato e che avrebbe dovuto trovare lavoro, da disoccupato, ad altri disoccupati, senza ...

Dalla parte dei soldati europei che in Polonia stanno difendendo l’idea stessa di Europa

(di Bulldog) Le immagini che passano sulle televisioni e sui siti dei giornali non lasciano molto spazio all'immaginazione: da un lato una folla disperata, diventata violenta, che cerca con ogni mezzo, anche con la forza, di entrare nell'Unione europea e dall'altro un velo di soldati e poliziotti che cercano di impedirne l'ingresso illegale. Avviene oggi in Polonia e in Lituania, ma è accaduto così in Grecia (dove ci è scappato il morto negli scontri con le guardie di confine), in Bulgaria ...