Covid, la situazione aggiornata in Veneto

Continua a scendere la pandemia nella nostra regione dove non si registrano impennate legate al completo rientro nelle scuole e nei luoghi di lavoro: anche ieri, giornata festiva, il numero delle persone risultate positive è stato di appena 181 unità (14 nella nostra provincia) il chè porta a 470.476 il numero dei totale dei contagiati in Veneto dall’inizio della infezione a primavera 2020. Con 92.149 contagiati e 2.661 deceduti, Verona si conferma la provincia che ha pagato il prezzo più alto. Attualmente risultano positivi 1.139 soggetti nella nostra provincia, in cura o in isolamento fiduciario.

Ieri sono state 7.179 le vaccinazioni effettuate in Veneto che complessivamente registra 6,9 milioni di dosi somministrate con 3,486 milioni di cicli completati (su due dosi). Complessivamente l’86,6% delle dosi fornite da Roma sono state utilizzate nella nostra regione. La tabella seguente evidenzia le percentuali di vaccinazioni per fasce d’età: la media regionale per le prime dosi è all’82,3% con punta del 99,7% per i grandi anziani e già il 66% per gli under19. Scende, ovviamente, la percentuale per i cicli completi: media regionale al 78% col 96,7% degli over80 e il 60,7% per gli under19. Percentuali importanti anche per i cinquantenni, 8 su dieci hanno completato il ciclo vaccinale. Sopra l’80% anche le percentuali di disabili e pazienti vulnerabili con entrambi i cicli fatti: una grande lezione di civiltà che ci deve rendere orgogliosi della nostra sanità.

Chi ha vaccinato di più ieri? Treviso sopra tutti con mille400 dosi, poi Vicenza e Padova. Verona ha somministrato mille dosi di vaccino portando a 1,295 milioni di vaccini eseguiti nella nostra provincia. Solo Padova ha fatto più di Verona, ma come sempre non è una gara.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail