Forum Economico Eurasiatico, Verona torna al centro delle relazioni mai facili con la Russia

Torna il  Forum Economico Eurasiatico di Verona, organizzato dall’Associazione conoscere Eurasia, guidata da Antonio Fallico (nella foto), che si svolgerà in presenza e in streaming giovedì 28 e venerdì 29 ottobre 2021 al Palazzo della Gran Guardia. Il titolo della XIV edizione è: “L’Eurasia per un nuovo ordine geopolitico ed economico-sociale: Upgrading to a new, people-centered economy”.

La prima metà dell’anno vede un incremento a doppia cifra dell’interscambio commerciale tra la provincia di Verona e i Paesi parte dell’Unione Economica Eurasiatica (UEEA) che oltre alla Federazione Russa comprende Armenia, Bielorussia, Kazakistan e Kirghizistan. Nei primi sei mesi dell’anno l’interscambio – che coinvolge 1.200 imprese – è cresciuto del 24% a 222,6 milioni di euro rispetto al primo semestre 2020, ritornando, di fatto, ai livelli pre-Covid (222,7 milioni nel primo semestre 2019). Da gennaio a giugno 2021 l’export delle aziende veronesi è cresciuto del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (€ 125,5 milioni vs € 117,4 milioni), grazie soprattutto ad abbigliamento e automazione, che rappresentano ciascuno circa un quarto del totale, seguiti da arredo (mobili e marmo, 9%) e agroalimentare (4%, grazie soprattutto al vino). Solo la Russia rappresenta l’11° mercato di sbocco delle esportazioni scaligere, superando i 227 milioni nel 2020. Altrettanto importante, però, è stata la crescita dell’import nei primi sei mesi dell’anno (+55%, da 62,4 a 97,1 milioni su base tendenziale).

La prima giornata del Forum vede al centro la transizione energetica, l’economia circolare e la green economy, declinate all’interno del contesto eurasiatico e dei rapporti con i vari partner. Mentre il secondo giorno sarà dedicato alle conseguenze della pandemia su banche e finanza, all’innovazione tecnologica e alla transizione digitale, al ruolo giocato dall’industria farmaceutica e al dibattito relativo al superamento del modello neoliberistico.

Il Forum è organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia, dalla Fondazione Rosсongress e dal Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (SPIEF). I co-organizzatori sono l’Associazione delle imprese europee e l’Unione russa di industriali e imprenditori. I partner dell’evento sono Intesa Sanpaolo, Rosneft, Gazprombank, Vneshtotgbank, Credit Bank of Moscow, il Fondo di investimenti REGION e Lex Systems. I main sponsor sono Banca Intesa Russia, Coeclerici, Assicurazioni Generali e Accenture. Il Forum vede anche il sostegno dell’International Technology Transfer Network (ITTN) di Pechino.  L’evento si svolgerà sia in modalità “fisica”, registrandosi a questo link, che “virtuale”: sarà infatti possibile seguire il Forum collegandosi al sito ForumVerona.com.

Ci sarà anche una “coda” di spettacolo col Concerto del Complesso Accademico di Canto e Ballo dell’Esercito Russo ‘A.V. Aleksandrov’ con la partecipazione straordinaria di Al Bano che avrà luogo il giorno 27 ottobre 2021 alle ore 20:00 presso il Teatro Filarmonico di Verona, con ingresso da Via dei Mutilati, 4/k e Via Roma, 1H.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail