Il governo insite col numero chiuso a Medicina. Dal 2023 test d’ingresso online. Ma non basta a risolvere la carenza di medici sempre più pesante

Il Ministero dell’Università ha pubblicato le date dei test di ammissione alle facoltà a numero chiuso. Medicina e Odontoiatria il 6 settembre, l’8 settembre Veterinaria, il 13 Medicina e Odontoiatria in inglese. Il 15 le professioni sanitarie. Non si sa quanti posti sono disponibili per Medicina e Odontoiatria. Dopo la pandemia sono stati aumentati da 9.000 a 14.500. 

Dal 2023 cambia tutto. Si potrà sostenere una prova online due volte l’anno a partire dal 4° anno i di scuola superiore. A preparare gli studenti saranno nuovi corsi universitari in partenza quest’anno, che potranno essere sia online sia in presenza gratuiti con simulatori per autovalutarsi e docenti spesso giovanissimi. Al termine sarà possibile tentare un ToLc Test (TestOnLine CISIA, già usato per l’accesso ad altri corsi a numero chiuso come ingegneria) che dà un punteggio con il quale, se elevato, si può accedere subito a Medicina; in alternativa, si può ritentare, dopo 6 mesi.  Per migliorare, saranno possibili fino a due ToLc test l’anno. Per l’ammissione farà testo la prova dove si è ottenuto il punteggio più alto.

Nel 2020-21 a Medicina sono state presentate 93.759 domande per 13672 posti

In passato però facevano domanda 90 mila aspiranti medici per 9.800 posti.

Rispetto a 15 anni fa il numero dei posti a Medicina è raddoppiato, ma è calato il numero dei docenti: da 11.039 a 9.057. Raddoppiata la frequenza nelle aule. Simile l’andamento per le professioni sanitarie.In 20 anni è cresciuto del 68% il numero dei pretendenti in prima opzione, fino ai 78 mila nel 2021 e del 75% 

In tutte le professioni sanitarie, i rapporti tra domande e posti sono in calo, perché sono aumentati i posti da 26.602 a 30451. Fisioterapia da 11,1 a 8,4; Ostetricia da 7,2 a 6,1; Dietisti da 8,4 a 5,9;  Logopedia da 6,7 a 5,1. Calano le domande per Tecnico di Radiologia da 4,8 a 3,4: per Igienisti Dentali da 3,4 a 3,1; per infermieri pediatrici da 2,9 a 2,8; per Terapisti Neuropsicomotori da 3,4 a 2,5; per Tecnici di Neurofisiopatologia da 2,9 a 1,9; per Tecnici di Riabilitazione Psichiatrica da 2,4 a 1,8; per Tecnici di Laboratorio da 2,4 a 1,7; per Podologi da 1,9 a 1,7; per Tecnici di Fisiopatologia Cardiocircolatoria da 2,1 a 1,5 e per  Ortottisti da 1,6 a 1,0. 

E’ più facile trova posto nei corsi per: Educatore Professionale, Tecnico Ortopedico; Tecnico della Prevenzione; Audiometrista e Audioprotesista; Assistente sanitario e Terapista Occupazionale.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail