Il Papa se n’è andato da tempo, Mattarella pure: il disagio dello Stadio invece è tornato alla grande

Passata la festa, gabbato lu santu: il Papa è tornato a Roma, Sergio Mattarella pure, il campionato di calcio è finito e in via Albere sono tornati gli homeless che presidiano l’area fra l’incrocio di via Negrelli e la piazzetta del Palladio. E questo è il risultato: i cassonetti, usati assai spesso come bagno pubblico, sono stati saccheggiati alla ricerca di chissà quale tesoro. L’AMIA si vedrà in giornata, si spera; la Polizia Municipale non passa mai.

Del resto, se non passano i VIP che problema c’è nel riportare legge e ordine? Resta così il degrado esposto in bella evidenza a residenti e turisti che affollano i B&B della zona e il parcheggio dei camper poco più sù, verso il centro città.

Problemi analoghi si stanno registrando in tantissime vie del quartiere Stadio con sporcizia e atti di inciviltà sempre più diffusi.

Che dite: richiamiamo il Papa?

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail