Rana Verona, la vittoria con Cisterna vale doppio. Le fasi finali dei playoff si giocano al PalaOlimpia

(di Gianluca Ruffino) Missione compiuta. Finisce con un altro 3-0 il girone di playoff per il 5° posto di Rana Verona, che asfalta Cisterna e, grazie al contemporaneo risultato di Piacenza, si prende il primo posto, che vale la possibilità di giocare semifinale ed eventuale finale in casa. Gli scaligeri hanno disputato un girone quasi perfetto, ottenendo tre delle quattro vittorie lasciando a zero gli avversari, e arrendendosi soltanto al tiebreak con i piacentini.

Partita più ostica del previsto per i veronesi, che di fronte al proprio pubblico, nonostante il risultato netto, hanno dovuto faticare contro una squadra nettamente inferiore a livello tecnico. Se i primi due set sono stati gestiti con maturità, qualche calo di concentrazione ha complicato i piani della squadra veneta nel terzo, costringendo Mozic e compagni ai vantaggi. Mvp ancora una volta Amin, che chiude con 23 punti. Molto bene anche Cortesia in entrambe le fasi.

Stoytchev schiera i Big Three: Keita e Mozic da schiacciatori, Amin è l’opposto. Cortesia e Grozdanov vanno al centro, Spirito al palleggio. D’Amico il libero. 

Inizio di partita molto falloso per entrambe le compagini. Verona prova a far male col servizio, ma gli ospiti restano a contatto. Gli scaligeri si prendono un break grazie ad una inusuale azione in cui Keita si ritrova ad alzare per Mozic. Vantaggio conservato da un salvataggio di D’Amico e incrementato fino al 14-9 con una buona serie al servizio del capitano sloveno.

I latinensi dimezzano lo svantaggio, ma i veneti non si scompongono e amministrato il set, conquistando praticamente tutti i punti lottati. Quando il parziale sembra indirizzato verso i padroni di casa, due muri di Latina portano gli ospiti a -1. A muro risponde muro, e Amin fa 22-20. È l’iraniano il solito grande trascinatore: 3 degli ultimi quattro punti della Rana portano la sua firma. A chiudere il set è però Keita con un mani fuori.

Dopo il cambio campo, la partenza scaligera è molto più convincente, aiutata da un Cisterna non impeccabile in ricezione. Il totale fa 15-7 e seconda frazione ben indirizzata verso i binari veronesi. L’unico momento di difficoltà dei veronesi arriva sul servizio di Baronowicz, ma un Cortesia in giornata di grazia in battuta mette giù un paio di ace e chiude anche questo set con un divario di 10 punti. 

Cortesia apre anche il terzo set, stavolta in difesa, con i muri del 2 e 3 a zero. Cisterna però non vuole arrendersi facilmente, specialmente perché ancora in lotta per un posto in semifinale. I biancoazzurri aumentano l’intensità dei propri attacchi, arrivando a condurre il parziale per 13-15. Verona riprende in mano la partita e arriva a triplo match point, ma spreca malamente e rischia di vedere allungarsi la partita. Mozic decide però che è arrivata l’ora di chiudere e manda i titoli di coda al match.

Tabellino Rana Verona – Cisterna Volley

Rana Verona – Cisterna Volley 3-0 (25-23; 25-15; 27-25)

Rana Verona: Zingel, Spirito 2, Amin 23, Mozic 11, Dzavoronok, Mosca 2, Grozdanov 2, D’Amico (L), Jovovic, Cortesia 6, Keita 9, Sani, Zanotti, Bonisoli (L). All. Stoytchev 

Cisterna Volley: De Santis (L), Tosti, Giani, Ramon 9, Piccinelli (L), Faure 12, Rossi 3, Czerwinski 1, Baranowicz 4, Mazzone 5, Bayram 4, Nedeljkovic 5, Peric 4. All. Falasca

Arbitri: Papadopol (1°), Rossi (2°), Lorenzin (3°)

Addetto Video Check: Cristoforetti

Segnapunti Referto Elettronico: Ferrara

Durata set: 31’; 26’; 32’ totale: 1h 29’

Spettatori: 1568

MVP: Amin

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail