Scaligera Basket, DeVoe trascina Verona alla vittoria su Cividale

(di Rocco Fattori Giuliano) Il miglior DeVoe della stagione ( 30 punti, 9/11 da due, 2/5 da tre e 6/7 ai liberi con una valutazione complessiva di 38 in poco più di 31 minuti sul parquet) trascina la Scaligera alla vittoria alla prima del girone di ritorno su Cividale: al Pala AgsmAim finisce 80-71 (16-13 nel primo quarto; 28-22 nel secondo; 21-19 nel terzo e 15-17 nell’ultima frazione).

Primo quarto: Cividale e Verona faticano a prendere il ritmo, molti i falli spesi nella prima parte di gioco; la differenza la fanno i rimbalzi (12-9 per Verona). La Tezenis si presenta coi tre juniores -Airhienbuwa (Isola della Scala, 2006), Mbacke (Vicenza, 2004) e Morati (Verona, 2005) – in panchina a causa delle rotazioni corta e della gastrite che ha messo fuori rosa Gazzotti alla vigilia del match.

Secondo quarto: Verona trainata da un Gabe DeVoe in stato di grazia (19 punti, 6/7 da due, 1/3 da tre, 4/4 ai liberi e tre rimbalzi in 15,44 minuti sul parquet) cerca più volte l’allungo definitivo. Cividale ha il merito di chiudere il gap dei padroni di casa e di chiudere in quarto sotto la doppia cifre di scarto. Problema falli per Ethan Esposito (tre).

Scaligera Basket, seconda vittoria consecutiva

Terzo quarto: DeVoe, Stefanelli ed Esposito trainano la Scaligera che si porta a metà quarto al massimo vantaggio di 15 punti e poi deve subire il rientro dei friulani. La panchina corta scaligera deve fare i conti coi 18 falli fatti con Gajic a 4, Esposito e Udom a tre.

Ultimo quarto: in oltre due minuti Verona non segna e Cividale si porta a meno 9, poi Murphy rompe il ghiaccio. Esce Gajic a 6.26 minuti dalla fine commettendo il quinto fallo. Lucio Redivo tiene in linea di galleggiamento Cividale che vede in Rota sei punti consecutivi con una tripla, una palla rubata e un antisportivo subito: uno 0-8 per i friulani che porta a meno cinque gli ospiti. Redivo (8/9 da due e 4/4 ai liberi) si porta a 20 punti e Cividale ad un solo possesso di distanza e costringe Ramagli al time-out. Stefanelli e DeVoe prendono la Tezenis sulle spalle e ampliano il vantaggio.

Stefanelli stoppa Redivo e taglia le gambe della rincorsa dei gialloblù friulani. In campo finisce in rissa per un fallo di Dall’Agnello che stende Penna a sei secondi dalla fine, colpendolo alla nuca mentre il play scaligero andava a canestro. Esposito si getta a difendere Penna e la partita finisce con una coda polemica inutile e pericolosa.

La Scaligera sebbene acciaccata porta a casa la seconda vittoria consecutiva. Season high per Francesco Stefanelli (19 punti, 2/9, 3/6 e 6/6 ai liberi con una valutazione complessiva di 13 con 30.55 sul parquet).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail