Lo Stabat Mater di Rossini. Un capolavoro ritrovato sul palco del Teatro Filarmonico

(di Gianni Schicchi) La celebre pagina dello “Stabat Mater” di Rossini sarà l’evento musicale che animerà la Settimana santa della Fondazione Arena al Teatro Filarmonico, prevista per venerdì 29 marzo, alle 19 con replica sabato 30, alle 17.

Una partitura incompleta e dimenticata per nove anni, che Rossini allora all’apice della fama dopo il trionfo parigino del Guglielmo Tell, lasciò da completare all’amico Giovanni Tadolini, decidendo infine di pubblicarla nel 1841 dopo un lite col suo editore parigino AuIagnier e averla ridotta dai previsti dodici numeri a dieci.

Di concezione grandiosa, lo Stabat Mater è ricco di brani dalla nobile invenzione melodica e prodigo di pagine con robusta e magistrale scrittura contrappuntistica, vedi il coro a cappella e il recitativo per basso Eja Mater, il Quartetto Quando Corpus e la Fuga a quattro parti sull’Amen finale. Con lo Stabat, Rossini offre un’opera in cui ingenuità e mestiere, disciplina formale e originalità creativa raggiungono un punto di perfetto equilibrio.

Stabat Mater, una delle sinfonie eseguite in arena

A Verona lo Stabat Mater fu tra le prime pagine lirico-sinfoniche ad essere eseguite in un concerto all’interno dell’ormai stabile Festival areniano: infatti dopo il 1971, tornò anche nel 1992 per il bicentenario rossiniano, quindi al Teatro Filarmonico rispettivamente venticinque e dieci anni fa, sempre con prestigiose voci e bacchette.

A dirigerlo è stato chiamato, per questa occasione, il maestro Roberto Abbado, che torna al Teatro Filarmonico dopo ben trentun anni dall’ultima presenza veronese, musicista particolarmente apprezzato nel repertorio serio rossiniano. Oltre all’Orchestra di Fondazione Arena e al Coro, preparato dal maestro Roberto Gabbiani, canterà ai suoi ordini un quartetto di apprezzati solisti: il soprano Erika Grimaldi, il mezzosoprano Caterina Piva, il tenore Pietro Adaini e il basso Giorgi Manoshvili.

Il concerto, della durata di un’ora senza intervallo, debutta venerdì 29 marzo alle 19, con orario anticipato per consentire lo svolgimento della Via Crucis in Arena alle 20.45. Biglietti, abbonamenti e carnet sono disponibili al link www.arena.it/it/teatro-filarmonico, alla Biglietteria dell’Arena e, due ore prima di ogni concerto, alla Biglietteria stessa del Teatro Filarmonico in via Mutilati. 

stabat
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail