Il centrodestra critica le scelte sul traffico a Verona Sud: creano code e rendono difficili i collegamenti fra Borgo Roma e Golosine

L’opposizione a Tommasi – qui il nostro video – contro l’ultima decisione – la trovate in questo articolo – dell’assessore alla viabilità Tommaso Ferrari di vietare l’attraversamento di viale del Lavoro. Secondo il centrodestra sul traffico non ne azzecca una! Non erano bastati gli ingorghi nelle giornate di FieraCavalli che hanno messo a dura prova i nervi degli automobilisti veronesi che dovevano transitare dalle parti della Fiera a causa degli errori nella gestione del traffico nella zona. Nè l’assessore alla mobilità è stato pago degli esperimenti di ZTL allo Stadio in occasione della partite di calcio al Bengodi. Adesso il Comune ha avuto la bella pensata di ‘separare’ i quartieri di Borgo Roma e Golosine rendendo difficile l’attraversamento di viale del Lavoro, che è l’arteria che divide le due popolose zone della. Città.

Ora- dice Paolo Rossi, capogruppo di Verona Domani in Consiglio comunale, per attraversare viale del lavoro l’unica possibilità è di passare dalla rotonda che sta davanti all’Esselunga. Non è una grande trovata, visto che è già carica di traffico. Così Rossi, l’ex sindaco Federico Sboarina e al neo-deputato Marco Padovani che però è anche consigliere comunale di Fratelli d’Italia, hanno tenuto una conferenza stampa ‘open air’ davanti alla Fiera per dire basta agli esprimenti sulla mobilità fatti sulla pelle dei veronesi.

L’ex-sindaco Federico Sboarina non fa sconti all’attuale amministrazione sulla gestione del traffico, che secondo lui viene fatta con improvvisazione, per tentativi e senza uno studio preciso dei flussi delle auto. E aggiunge che l’idea di rendere praticamente ad una sola corsia l’ingresso di Verona a Sud creerà delle code che si potevano invece evitare.

La richiesta del centrodestra veronese è che l’amministrazione riveda queste scelte al più presto.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail