“Questa sono io”, il reading teatrale che parla di vecchiaia e desiderabilità sociale

Due donne, la prima è un’ottantenne che si ritrova in un ospizio contro la sua volontà, la seconda ha una famiglia apparentemente perfetta, finché non trova delle foto osé sul cellulare di suo marito. Sono le protagoniste del Reading teatrale “Questa sono io” che si terrà il prossimo sabato 2 dicembre alle 21:00 nella Sala del Consiglio di Sona. 

Il reading, di e con l’attrice Antonella Questa, Compagnia LaQ-Prod, è tratto dal libro omonimo e racchiude due drammaturgie amare ma di grande umorismo. Questa riesce a portare nella stessa serata due testi che raccontano donne diverse, che vivono periodi della vita distanti e con problematiche poco affini. Ma le porta sul palco trattando ciò che unisce le sue protagoniste, i grandi temi di vecchiaia e desiderabilità sociale che fanno da filo conduttore della ricerca teatrale di Questa. 

questa sono io
Antonella Questa in “Vecchia sarai tu!”

Le protagoniste di “Questa sono io”

“Questa sarai tu”, infatti, unisce due dei suoi spettacoli di successo. In “Vecchia sarai tu!”, l’anziana protagonista viene messa in una casa di riposo. Una caduta, qualche giorno in ospedale, il figlio lontano, una nuora avida, la nipote che non ha mai tempo: l’ospizio sembra la soluzione più logica a tutti ma non a lei, che vuole scappare. Un viaggio alla scoperta di come tre donne vivono la loro età e l’avanzare inesorabile del tempo.

Svergognata, invece, racconta la storia di Chicca, una donna per bene con una bella casa, un marito, due figli, la filippina. Una vita perfetta, fino a quando non scopre che lo smartphone di suo marito contiene messaggi e foto osé di decine di “svergognate”. Tra i consigli delle amiche e i giudizi della madre, Chicca è pronta a tutto pur di riconquistare lo sguardo del marito, ma alla fine sarà proprio lei a guardarsi con occhi nuovi. 

Antonella Questa in “Svergognata”
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail