CGIA 24 results

Energia, il 2022 è costato 91 miliardi a imprese e famiglie. Aspettando le bollette, segnali di calo dei prezzi a gennaio

Rispetto al 2021 l’anno scorso le famiglie e le imprese italiane hanno subito un aumento dei costi a causa dei rincari delle bollette di luce e gas stimato in 91,5 miliardi. Se le spese per l’energia elettrica sono aumentate del 109,5%, provocando in termini monetari un extracosto pari a 58,9 miliardi, quelle del metano sono cresciute addirittura del 126,4%, “alleggerendo” il portafoglio degli italiani di 32,6 miliardi. La stangata ha colpito più le imprese che le famiglie. Se le ...

Le famiglie tagliano i consumi non essenziali per pagare le spese obbligatorie. E l’economia ne risente

Acquisti alimentari, trasporti e casa costituiscono il 59,6% delle spese totali delle famiglie italiane. Spese obbligatorie, di cui non si può fare a meno in alcun modo. Spese che continuano ad aumentare. Questa la stima dell'Ufficio studi della Cgia di Mestre per l’anno appena concluso.La spesa mensile media di una famiglia è di 2.016 euro, di cui 1.202 per gli acquisti obbligati: 265 euro per i carburanti e i biglietti o gli abbonamenti per i mezzi pubblici; 425 per la manutenzione della ...

In Italia pensionati ormai vicini a sorpassare i lavoratori. Sud sempre più in crisi, Treviso-Verona migliori in Veneto

Anche se di sole 205 mila unità, a livello nazionale il numero delle pensioni erogate agli italiani (pari a 22 milioni e 759 mila assegni) ha superato la platea costituita dai lavoratori autonomi e dai dipendenti occupati nelle fabbriche, negli uffici e nei negozi (22 milioni 554 mila addetti). I dati, elaborati e diffusi dalla CGIA, sono riferiti al 1° gennaio 2022. Ovviamente nessuno scandalo o polemica territoriale: salvo casi particolari, i pensionati sono infatti lavoratori che hanno ...

Sorpresa Italia, due anni record sui concorrenti europei. Balzo del PIL a +7,5%, Francia a +4,6% e Germania +3,2%

Il 2023 è ancora avvolto nella nebbia e non sappiamo quali altri ostacoli potrebbe nascondere, ma intanto ci apprestiamo a chiudere un 2022 da record. Nonostante la crescita dell’inflazione, il caro energia e il boom dei prezzi delle materie prime abbiano creato non pochi problemi a famiglie e imprese, secondo l'analisi dell’Ufficio studi della CGIA negli ultimi dodici mesi (terzo trimestre 2022 su terzo trimestre 2021) la crescita economica italiana è stata doppia rispetto a quella ...

L’anno prossimo  avremo 63 mila disoccupati in più grazie alla crisi

La Cgia di Mestre, sulla base di dati Istat e proiezioni di Prometeia, prevede per il 2023 63 mila disoccupati in più. Crescita del Pil e dei consumi è destinata ad azzerarsi e ciò contribuirà a incrementare il numero dei senza lavoro che nel 2023 sfiorerà quota 2.118.000.Le situazioni più critiche al Centro-Sud: Napoli, Roma, Caserta, Latina, Frosinone, Bari, Messina, Catania e Siracusa saranno le province che registreranno il maggior aumento della disoccupazione.E pensare che l’Istat ...

In Italia stabilito il record della pressione fiscale: è del 43%

In Italia la pressione fiscale è arrivata al 43%. Lo comunica la Cgia di Mestre calcolando il rapporto fra Pil e entrate fiscali dello stato. Un record negativo. Un record non riconducibile all’aumento delle tasse ma a tre fattori congiunturali distinti.Il primo, costituito dall'inflazione che ha fatto salire le imposte indirette, essendo queste proporzionali ai prezzi aumentati.Il secondo, dato dal miglioramento economico e occupazionale nella prima parte del 2022.Il terzo risultante della ...

L’inflazione all’8% ci mangia 92 miliardi dei nostri risparmi. Pericolo di stagflazione

La Cgia di Mestre ha calcolato che con l’inflazione all’8% siano andati in fumo 92 Mld dei nostri risparmi, sulla base del risparmio registrato all’inizio del 2022.Le famiglie che abitano nelle grandi città, dove il costo della vita è più alto, sono quelle che ci rimettono di più. Va bene che bisogna calcolare che una parte dei risparmi mangiati dall’inflazione vengono compensati dai maggiori interessi sui depositi, ma questo significa che vengono colpite ancora di più le famiglie ...

La patata bollente che Draghi passa al nuovo governo vale 35 miliardi. E se non avesse voluto bruciarsi le dita?

Vuoi che Draghi, così bravo a fare di conto al punto che c’è la sua firma su tutte le banconote della Banca centrale Europea, non l’avesse previsto? Lui che è il più bravo di tutti? Ma no, certo che lo sapeva! Ed è proprio per questo che ha lasciato che facessero cadere il suo governo e lasciare la patata bollente del costo dell’energia alla Meloni, visto che quasi certamente sarà lei a succedergli dopo il 25 settembre. Una patata bollente che secondo i conti della Cgia di Mestre - ...

9 milioni le famiglie nella fascia di povertà energetica nel 2021. La preoccupazione della Cgia di Mestre

Secondo uno studio della Cgia di Mestre, basato sui dati dell’Osservatorio mItaliano sulla Povertà Energetica, sono almeno 9 milioni gli italiani a rischio povertà energetica. Che cosa vuol dire ‘povertà energetica’? Si può parlare di ‘povertà energetica’ quando una famiglia non ha i soldi per utilizzare con regolarità l'impianto di riscaldamento d'inverno, quello di condizionamento d'estate e non dispone o utilizza saltuariamente gli elettrodomestici ad elevato consumo di ...

I piccoli comuni producono il 39% della ricchezza italiana. Analisi della Cgia di Mestre

Sempre puntuale la Cgia di Mestre nell’analizzare l’economia e la società italiana. Oggi il suo Ufficio studi ha elaborato un’analisi su dove viene prodotta la ricchezza italiana per conto di Asmel, l'Associazione per la Sussidiarietà e la Modernizzazione degli Enti Locali. Da questa ricerca risata che sono i piccoli comuni il motore dell'economia produttiva italiana. Nelle amministrazioni con meno di 20 mila abitanti è ubicato il 41% delle imprese italiane e del totale dei lavoratori ...

Quando si dice ‘due pesi e due misure’. Lo stato pretende che tu paghi subito, ma quando deve pagare lo fa con suo comodo

Interessante il calcolo che ha fatto la Cgia di Mestre sui pagamenti dello stato verso i cittadini creditori.Nel 2021 l'Amministrazione centrale dello Stato ha ricevuto dai propri fornitori 3.657.000 fatture per un importo complessivo pari a 18 miliardi di euro.Ne ha liquidate 2.420.000, corrispondendo a queste imprese 12,8 miliardi, 'dimenticandosi' di saldarne 1.237.000.Secondo la Cgia grazie a questo espediente, lo Stato centrale ha 'risparmiato' ben 5,2 miliardi.Dei 12,8 miliardi onorati, ...

Le imprese rischiano di fallire, ma per i crediti inesigibili. I “colpevoli”? Il Superbonus 110% e lo Stato che non paga

Anche se il numero dei fallimenti registrato negli ultimi due anni non è particolarmente elevato, è decisamente probabile il rischio che dal prossimo autunno le cifre tornino ad aumentare in misura preoccupante. A dirlo è l'Ufficio studi della CGIA, dati alla mano. Già in pericolo per il deterioramento del quadro economico generale (che dipende dal caro energia e carburanti e dall'inflazione in risalita) molte attività commerciali e produttive rischiano di dover portare i libri in ...

L’eccesso di burocrazia soffoca anche i Comuni: sui veronesi 259 euro l’anno per i costi delle “scartoffie”

Non solo persone e imprese: la burocrazia soffoca anche i Comuni, soprattutto i più piccoli. Ma a pagare il conto più salato sono gli italiani, che devono sostenere un costo aggiuntivo pro capite pari a 251 euro all’anno, che in termini complessivi sfiora i 14,5 miliardi. Infatti per poter ottemperare agli adempimenti richiesti dal legislatore e alle disposizioni e procedure fissate dai ministeri, è necessario utilizzare molto personale e impegnare una quantità di tempo, che invece ...

Cgia di Mestre: il governo intervenga per calmierare il prezzo della benzina

Si sta innescando una spirale dell’aumento dei prezzi pericolosissima per la nostra economia. Tutto parte all’aumento del gas e dei carburanti che poi si riflette su tutto, dato che tutto viene trasportato dal produttore al consumatore ed è questo che alla fine della fiera paga. L'unica soluzione praticabile è quella di introdurre un tetto temporaneo al prezzo alla pompa, anche per il gas. Lo sostiene la Cgia di Mestre.“Il decreto taglia accise che ha ridotto per legge di 25 centesimi ...

Lunedì 6 giugno giorno della liberazione fiscale del 2022: da Capodanno stiamo lavorando solo per pagare le tasse!

Finalmente una buona notizia. Dopodomani, lunedì 6 giugno, gli italiani la smetteranno di versare le tasse e i contributi previdenziali allo Stato e martedì 7 festeggeranno il cosiddetto "tax free day", il giorno della liberazione fiscale. Anche se in via del tutto teorica. Rispetto al 2021 quest’anno secondo i calcoli della CGIA l’appuntamento a lungo atteso arriva un giorno prima. A poco più di 5 mesi da Capodanno, esattamente dopo 157 giorni di lavoro (e inclusi sabati e domeniche) ...