costituzione 8 results

Tutti buoni dopo morti. Anche Napolitano. Ma…

(di Paolo Danieli) Tutti buoni dopo morti. Ma la pietas non deve sconfinare nell’ipocrisia. E nel massimo rispetto per la carica che ha ricoperto per quattrordici anni c’è da dire che Napolitano non è stato certo uno dei migliori presidenti della Repubblica. foto Ansa Cosa fece Napolitano nel 2011 Quando qualche settimana fa Sarkozy ha ammesso che nel 2011 era stato lui,  assieme alla Merkel, ad organizzare la destituzione di Berlusconi, si è dimenticato di dire che ...

La Cisl lancia la partecipazione dei lavoratori alla gestione e agli utili dell’imprese.

La Cisl lancia la partecipazione dei lavoratori alla gestione e agli utili dell’imprese e organizza una raccolta firme per la presentazione di una proposta di legge di iniziativa popolare.E’ un salto di qualità nel panorama sindacale, che supera il semplice aspetto rivendicativo per andare a toccare il ruolo stesso del lavoro ed il rapporto fra datore di lavoro e lavoratore.E a questa iniziativa, che costituisce una novità che alza il livello del ruolo del sindacato, la Cisl vuol dare ...

Autonomia. Bloccarla significa poi doverla togliere alle regioni che già ce l’hanno

Pur di bloccare l’Autonomia Differenziata se le sono inventate tutte. Perfino che sarebbe un attentato all'unità nazionale

Non ha senso abbinare autonomia e presidenzialismo. Parola del costituzionalista Mario Bertolissi

Non ha senso abbinare il processo per la concessione dell’autonomia differenziata al Veneto con la riforma della Costituzione in senso presidenziale come vuole la Meloni. Sono due cose diverse che seguono due iter diversi. Lo ha dichiarato oggi a Rai Tre Mario Bertolissi, docente di diritto costituzionale all’università di Padova.  Il costituzionalista ha fatto parte della delegazione della regione Veneto che dopo il referendum del 2017 ha trattato con il governo centrale l’au...

Fascismo, neo-fascismo, post-fascismo, anti-fascismo. La destra di oggi è un’altra cosa. Ed a qualcuno un ripasso della Costituzione non farebbe male

(di Paolo Danieli) Ha garantito che a tornare in politica lui non ci pensa proprio quando è riapparso in televisione, ospite della trasmissione di Lucia Annunziata. Si tratta di Gianfranco Fini, scomparso dalla scena politica da un decennio, dopo la fine di Alleanza Nazionale e la brutta vicenda della casa di Montecarlo. Era già stato visto qualche mese fa in una foto, postata su Facebook da Francesco Storace, scattata dopo una colazione fra loro. Un incontro tra vecchi amici. Niente di ...

Presidenzialismo in cambio dell’Autonomia. E’ la chiave per fare la riforma costituzionale e ricompattare il centrodestra

(di Paolo Danieli) Martedì in Commissione Affari Costituzionali della Camera inizierà la discussione sul ddl costituzionale per l’elezione diretta del Presidente della Repubblica proposta da FdI.  Il presidenzialismo è un vecchio cavallo di battaglia della destra. Fu Almirante il primo a lanciare l’idea nei primi anni ’70, beccandosi l’accusa di voler instaurare una dittatura. Oggi neanche la sinistra arriva più a fare accuse così assurde. Restano comunque delle resisten...

Elezione del Presidente della Repubblica. Manca poco più di un mese. Le regole e la storia

(di Paolo Danieli) L’elezione del Presidente della Repubblica è sempre stato un punto nodale della vita democratica del paese. Ma oggi di più. Se infatti durante la 1^ Repubblica il Capo dello Stato aveva più che altro un  ruolo di pura rappresentanza e garanzia, oggi con la sparizione dei partiti tradizionale e con il loro indebolimento, accentuatosi col “draghismo”, assume un’importanza politica molto più rilevante. Perciò quello che accadrà dopo il 3 febbraio, data in ...

Il futuro della democrazia gira attorno al Quirinale. Draghi sì, Draghi no, ma sempre Draghi

A febbraio, mese in cui dovrà essere eletto il Presidente della Repubblica, mancano solo 4 mesi. E' sempre importante l'elezione del Capo dello Stato, ma questa volta di più. Vediamo perché. Mattarella ha espresso più volte l'intenzione di non ricandidarsi. Se ci dovesse ripensare il problema sarebbe già risolto. Mattarella al Quirinale e Draghi a Palazzo Chigi. E avanti così. Se però confermasse l'intenzione di mollare, la personalità più adatta a succedergli è Draghi che ...