Maurizio Danese 13 results

Vinitaly 2024 chiude con 97mila presenze di cui 31mila dall’estero

Sul fronte delle presenze estere a Vinitaly 2024, gli Stati Uniti si confermano in pole position con un contingente di 3700 operatori presenti in fiera (+8% sul 2023). Seguono Germania, Uk, Cina e Canada (+6%). In aumento anche i buyer giapponesi (+15%).

Fiere italiane, in AEFI entrano anche quelle senza quartiere

Si è svolta questa mattina a Bologna, nella sede di BolognaFiere, l'Assemblea dei soci di Aefi, l'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, che ha approvato all'unanimità il nuovo Statuto dell'Associazione. Come auspicato dal Governo e in accordo con Cfi, Comitato Fiere Industria, l'Associazione ha aperto all'adesione degli organizzatori di eventi fieristici senza quartiere, andando così verso un'unica rappresentanza dell'intera filiera del sistema fieristico. Grande la soddisfazione ...

Aefi, crescono le rassegne internazionali in Italia: più 14%. Danese: il nostro è un modello vincente

Riparte con 267 manifestazioni internazionali e 264 appuntamenti nazionali il comparto fieristico made in Italy che, per il 2023, punta a rilanciare il settore a partire dal recupero su numeri e performance del pre-pandemia, segnando in agenda 33 eventi internazionali (+14%) e 23 rassegne nazionali (+10%) in più rispetto allo scorso anno. Un “ritorno al futuro” che dovrà essere trainato, spiega Aefi - Associazione esposizioni fiere italiane commentando il calendario predisposto dalla ...

Marmomac riprende quota col ritorno dei buyer stranieri: e da oggi al 2023 la rassegna prosegue su un portale online

Internazionalità, business, innovazione e sostenibilità: la filiera della pietra naturale è ripartita con slancio da Verona e da Marmomac. Alla conclusione dopo quattro giornate il salone di Veronafiere leader al mondo dedicato al settore lapideo ha registrato la presenza di 47 mila operatori professionali, il 49% in più rispetto al 2021. Di questi il 63% stranieri, con una crescita del 97% rispetto all’edizione precedente, in rappresentanza di 132 nazioni. In mostra in fiera oltre ...

Maurizio Danese è il nuovo AD di VeronaFiere

Il CdA di Veronafiere ha nominato oggi all'unanimità l'amministratore delegato nel segno della continuità aziendale: è Maurizio Danese, già ai vertici della spa di Viale del Lavoro dal 2015 a maggio 2022. La nuova figura è prevista dalle modifiche allo Statuto volute dai Soci e approvate nell'assemblea nel febbraio scorso. Assieme al Consiglio di amministrazione, Veronafiere garantirà il bilanciamento adeguato con le altre figure manageriali e la salvaguardia del patrimonio di esperie...

Fiere, Danese chiede la detassazione dei capannoni: “Ci sono ancora 100 milioni di perdite pregresse”

“L’obiettivo del sistema fieristico italiano, ma anche del made in Italy, è tornare entro il prossimo biennio ai numeri realizzati prima del Covid, quando per ogni euro investito dalle imprese se ne generavano 60 di business e 23 di indotto. Un effetto moltiplicatore riconosciuto dal Governo e dal Parlamento, con cui abbiamo stretto un rapporto di vera alleanza durante l’emergenza. Non è un caso se oggi, grazie ai ristori e al superamento del regime ‘de minimis’, il segno meno ...

VeronaFiere incassa 24 milioni di ristori per il Covid

Ammonta a circa 24 milioni di euro il totale dei ristori assegnati o in via di assegnazione in favore del Gruppo Veronafiere per la copertura delle perdite subite nel 2020. È quanto emerge da un'analisi della SpA di viale del Lavoro, dopo la pubblicazione da parte del ministero del Turismo (5 novembre) della lista dei beneficiari ammessi al contributo a fondo perduto (soggetto a verifica) per i mancati ricavi subito lo scorso anno da fiere e congressi. La somma complessiva in favore del ...

Challenge Euposia: Danese (Vinitaly) e Massimo D’Alema, serve un marchio-ombrello per tutto il Metodo classico italiano

A dimostrarlo sono plasticamente i dati dell’export al primo semestre di quest’anno che registrano sì la buona crescita del vino italiano, ma soprattutto  il forte recupero dei francesi (+40% in valore rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente) grazie al traino dei loro spumanti (+56%), Champagne in primis. Forte recupero suona come un eufemismo, perché di vero e proprio boom di tratta. Il confronto con noi Italiani è impietoso: complessivamente, in valore +16%, con le ...

De minimis addio, alle fiere arrivano 190 milioni per tappare i buchi di bilancio

 Alla fine, la boccata d'ossigeno alle fiere italiane è arrivata. Dopo Ferragosto verranno sbloccati 190 milioni€ che copriranno le perdite del 2020, per 130 milioni, e permetteranno di sostenere il bilancio 2021 che sarà, anch'esso, fortemente condizionato dal Covid. Per questo Aefi – Associazione esposizioni e fiere italiane - esprime grande soddisfazione per la deroga sugli aiuti di Stato concessa al settore dalla Commissione europea su richiesta del ministro del Turismo, Massimo ...

Fiere senza aiuti, Danese: il governo adotti il modello tedesco

“Nel nuovo Dl sostegni riscontriamo una novità che sulla carta potrebbe andare nella direzione auspicata dal sistema fieristico italiano e già seguita dalla Germania, che è riuscita ad attivare per le fiere un sussidio a fondo perduto da 642 milioni di euro in deroga alla norma Ue relativa al regime ‘de minimis’. I tedeschi hanno fatto da apripista, basterebbe seguire la loro strada altrimenti al danno dei mancati ristori si aggiungerebbe la beffa, con il primo player fieristico ...

Salta il Vinitaly? VeronaFiere verso lo slittamento in autunno. Rinviato anche Viniveri di Cerea

(in aggiornamento) La notizia è apparsa su Winenews, una testata on line di settore, con una collaborazione stretta con VeronaFiere: davanti ad una situazione sanitaria che sarà fuori dal tunnel soltanto a settembre, si sta lavorando per spostare in autunno la prossima edizione del Vinitaly o per portarla direttamente alla primavera del 2022. Il mondo del vino, nelle scorse settimane, aveva iniziato a porre con insistenza la questione sanitaria. Né avevano suscitato simpatia verso ...

Bertucco, VeronaFiere è in rosso da prima del Covid e continua a sperperare i quattrini dei veronesi

(di Michele Bertucco) Con l'annullamento di tutte le manifestazioni fieristiche del 2020 causa Covid era più che prevedibile che la Fiera di Verona incontrasse gravi difficoltà di bilancio. Eppure l'amministrazione non ha mai risposto alle mie richieste di convocarne i vertici in Commissione per fare il punto della situazione. Perché? Il motivo è semplicissimo: come abbiamo visto in molto altri settori, l'irruzione violentissima del Covid non ha fatto altro che fare esplodere criticità e ...