medicina 13 results

L’idea del governo è di abolire il numero chiuso a Medicina, ma di adottare il sistema ‘francese’ che sposta lo sbarramento al primo anno. 

Il governo di destra-centro abolirà la vergogna del numero chiuso a Medicina. E’ già qualcosa. Un passo avanti rispetto ai governi precedenti. Al suo posto verrà introdotto il sistema ‘francese’, che non è un numero chiuso vero e proprio, ma qualcosa che c’assomiglia molto.  Questo è quanto ha anticipato il sottosegretario all’Università, Augusta Montaruli (FdI) durante una breve conversazione a margine della conferenza stampa tenuta a margine di Job-Orienta.Non ci ...

Cambiano i test d’accesso a Medicina. Il Ministero dell’Università  insiste a mantenere il numero chiuso

Per il prossimo anno accademico, 2023/2024, l’ammissione a Medicina, Odontoiatria e Veterinaria avverrà col “TOLC” (Test OnLine CISIA).  Il ministro dell’Università e della ricerca ha firmato il decreto n. 1107 del 24 settembre 2022 che disciplina i test. Vi potranno partecipare gli iscritti all’ultimo o penultimo anno delle scuole secondarie o chi è in possesso di un diploma. Ogni anno ci saranno 2 sessioni. Le prossime saranno in aprile e ...

Test per Medicina. Bocciato uno studente su due. In realtà ad essere bocciato è il numero chiuso

La notizia ha dell’incredibile: ai test per l’ammissione alla facoltà di Medicina tenuti quest’anno contemporaneamente in tutte le sedi universitarie d’Italia il 6 settembre scorso è stato bocciato un candidato su due. Su 65 mila candidati sono risultati idonei solo 28 mila. La metà dei ragazzi che hanno fatto i test non ha superato neppure il punteggio minimo. Meno male che avevano detto che quest’anno i test sarebbero stati più facili perché erano stati eliminati quelli di ...

Lega e Noi con l’Italia: basta numero chiuso a Medicina

(di Paolo Danieli) Parte importante del confronto elettorale, che per la prima volta nella storia della Repubblica pone la sanità ai primi posti del dibattito, è la diatriba sul numero chiuso a Medicina. C’è chi è favorevole e chi è contrario. Fra i cittadini come fra i partiti. La Lega, per bocca del governatore del Veneto Zaia, è stata la prima a prendere posizione contro il numero chiuso e per la liberalizzazione dell’accesso alla Facoltà di Medicina. Adesso su una posizione ...

Medicina e nutrizione sana per avere il “Ben di stomaco”: due medici scrittori affrontano uno dei malanni del secolo

Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha pensato di soffrire di reflusso. Oppure di gastrite, bruciori di stomaco, mal di pancia perenni. Sono in tanti, tantissimi, almeno uno su cinque, e rendono il mal di stomaco uno dei malanni più diffusi. Si stima infatti che sia capace di colpire almeno il 20% della popolazione. E ora un romanzo medico pensato da due esperti e presentato a Verona racconta come trasformare uno dei più fastidiosi (e dannosi) malesseri in un “ben di stomaco...

Il governo cambia i test d’accesso a Medicina. Ma la mancanza dei medici non si risolve così 

Come curare il cancro con l’aspirina. Il ministro dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, non ha coraggio di mettere mano ad una riforma dell’accesso alla Facoltà di Medicina che risolva la gravissima mancanza di medici. Una situazione che sta mettendo in crisi il sistema sanitario lasciando senza medico di famiglia decine di migliaia di persone e scoperti molti posti in ospedale.Invece di abolirlo il test d’ingresso e lasciare che chi se la sente e ha voglia di fare sul ...

I donatori di sangue veneti vogliono partecipare alla programmazione

In occasione della rielezione, avvenuta qualche settimana fa, della veronese Chiara Donadelli a presidente della sezione veronese della Fidas, la Federazione Italiana della Associazioni di Donatori di Sangue erano emerse le difficoltà che si frappongono fra la decisone di donare e la donazione. Molti vorrebbero farlo, ma poi per un motivo o per l’altro non lo fanno. Adesso lo rileva anche l’altra grande organizzazione dei donatori di sangue, l’Avis del Veneto, pure impegnata nel sta ...

Mancano gli anestesisti. Un problema nel problema della carenza dei medici

Della mancanza di medici s’è detto e si sa. E’ un problema molto pesante che ricade sulla salute dei cittadini italiani. Ma l’interno del problema ce n’è un altro ancora più grave: la carenza di anestesisti la cui opera mai come adesso è stata notata e apprezzata. Il loro lavoro prima era sempre passato sotto traccia. Adesso sono diventati centrali e indispensabili. Solo che sono pochi. Troppo pochi. Quindi la pandemia li ha costretti a svolgere un carico di lavoro pesantissimo. ...

Mancano i medici. Ma il numero chiuso a Medicina rimane. Parola del Ministro

In Italia mancano i medici. Non è una novità. Sono anni che si sa. Il Covid non ha fatto altro che sbattere il problema in faccia a tutti, anche a chi faceva finta di non saperlo. Ma la cosa era risaputa e prevista da anni. Prima della pandemia la carenza di camici bianchi era già diventata un problema noto a tutti nel momento cui avevano cominciato ad andare in pensione i medici laureati negli anni ’70/’80 e non c’erano quelli per sostituirli. Perché non c’erano? Semplicemente ...

Il Nobel per la Medicina va due americani

Il premio Nobel per la Medicina 2021 va a David Julius e Ardem Patapoutian "per le loro scoperte dei recettori per temperatura e tatto". L'annuncio è stato dato  dall'Assemblea dei Nobel al Karolinska Institutet di Stoccolma in Svezia Il riconoscimento anche quest’anno vale 10 milioni di corone svedesi (986mila euro). David Julius è nato nel 1955 a New York. Dal1989 è docente all'università della California di San Francisco. Arde Patapoutian è nato nel 1967 a Beirut, in ...

Pronto Soccorso intasati? La Uil chiede di potenziare la medicina territoriale

La Uil denuncia l’affollamento dei Pronto Soccorso. In particolare di quello dell’Ospedale di Borgo Trento che, secondo i dati della stessa Azienda Ospedaliera, nel periodo fra il 13 ed il 17 settembre ha avuto un aumento degli accessi del 15%, tanto che molti pazienti hanno dovuto stazionare a lungo sui lettini colorati nei corridoi. Una situazione davvero incresciosa, inaccettabile per una sanità come quella veneta che ha la fama di essere una delle migliori d’Italia. Per ovviare ...

Integrazione fra sociale e sanità. Questa la linea di Gianmarco Padovani, il nuovo presidente della Quinta Commissione del Comune di Verona

L’integrazione fra sociale e sanitario è da sempre considerato necessità ed il presidente della quinta Commissione del Consiglio Comunale di Verona Gianmarco Padovani applica subito questo principio che ormai da  molti anni è alla base della filosofia sulla quale è impostato il sistema sanitario della regione Veneto, al punto che l’Assessore alla Sanità è anche Assessore ai Servizi Sociali.  Filosofia che se qualche decennio fa poteva essere considerata una scelta, oggi, ...

Sta arrivando l’infermiere di famiglia

Sono anni che se ne parla, ma adesso è arrivato il momento giusto. La pandemia ha evidenziato quanto sia urgente riformare la medicina territoriale. L’obiettivo è scaricare gli Ospedali e di dare un nuovo ruolo ai medici di famiglia. Presidiare il territorio in maniera efficiente e dare impulso all’assistenza domiciliare significherebbe dare un servizio migliore ed evitare gli accessi inutili ai Pronto Soccorso, che non occorre spiegare. In quest’ottica è prevista la creazione di ...