russia 23 results

Vito Comencini (Lega) in visita all’ambasciatore russo

Ieri l’ex-deputato veronese della Lega Vito Comencini che ha sempre seguito da vicino la vicenda ucraina, ancora prima che scoppiasse la guerra, e che si ha sempre espresso molta preoccupazione per il deterioramento dei rapporti fra la Russia e l’Italia dovuto alle sanzioni e all’invio di armamenti alle truppe di Zelenski, si è recato all’ambasciata della Federazione Russa ed ha avuto un colloqui con l’ambasciatore di Mosca. «Trovandomi a Roma in questi giorni -  ha ...

La solidarietà umana e la medicina più forti della guerra e delle sanzioni. Trapiantato in Italia il midollo di un russo

Un paziente italiano affetto da una grave forma di leucemia, residente in Meridione, che necessitava urgentemente di un trapianto di midollo osseo è stato salvato grazie alla donazione di un russo, by-passando embargo, guerra e difficoltà politiche. Dal Registro italiano donatori di midollo osseo che coordina in Italia la ricerca del possibile donatore in qualsiasi parte del mondo risultava che l’unica persona al mondo che poteva donare quel tipo genetico di midollo abitava in Russia, a 5 ...

Inverni più miti per il cambiamento climatico, ma in casa più freddo per la mancanza di gas

L'Ue chiede agli Stati membri di ridurre il consumo di gas. Lo prevede la bozza del Piano per la riduzione della domanda di gas che la Commissione presenterà il 20 luglio. L'obiettivo è ridurre di un terzo l'impatto dello stop totale al gas russo. La bozza parla di utilizzare forme di riscaldamento alternative, ma questo lo potranno fare quelli che abitano in campagna, che possono andare a raccogliere la legna e accendere la stufa o il camino. Più difficile se non impossibile per chi ...

La Russia ci ha tagliato metà gas? Per l’Italia non c’è problema. In Germania invece sono preoccupati. E’ la storia della cicala e la formica?

(di Paolo Danieli)  Dopo che Gazprom l’altro ieri ha tagliato all’Italia la metà delle forniture di gas, il governo non ha fatto una piega e rassicura che per gli italiani non ci saranno ripercussioni. Tanto, dall’inizio dell’anno non è più la Russia il principale fornitore di metano al nostro paese, ma l’Algeria. E poi, tranquillizzano, ne prendiamo dall’Azerbaijan, e adesso abbiamo anche cominciato a cercarne in Monzambico, poi ci sono le pale eoliche e i pan nella ...

Salvini voleva andare in Russia a parlare con Putin, ma Fontana lo ha sconsigliato

Il viaggio di Salvini in Russia per andare da Putin e cercare di aprire una strada per la pace alla fine non c’è stato. La decisone del capo della Lega è avvenuta dopo aver consultato Lorenzo Fontana, veronese, responsabile della politica estera del partito. Fontana, messi sul piatto della bilanciare e contro della missione del suo capo, è arrivato alla conclusione che la missione era rischiosa, come ha dichiarato ieri in un’intervista al Corriere della Sera. Ha espresso a Salvini tutti ...

La guerra e il rischio radiazioni. Una psicosi ingiustificata

La guerra e il paventato pericolo dell’esplosione di una centrale nucleari ucraina o, peggio, dello scoppio di una guerra mondiale, che inevitabilmente comporterebbe l’uso delle bombe atomiche, ha creato una certa psicosi. La memoria del disastro di Chernobyl è ancora viva. E così, tautomere premunisti, molti sono corsi in farmacia a comperarsi delle pillole di iodio, come denunciato da Federfarma. Poiché la tiroide è la ghiandola endocrina che capta lo iodio che abbiamo nel sangue ed ...

L’opinione degli italiani sulla guerra in Ucraina. Per il 75% la colpa è di Putin.

Il Secolo d’Italia pubblica oggi un sondaggio Legacoop Ipsos sulla guerra in Ucraina. Secondo la ricerca demoscopica condotta a cavallo fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo il 75% degli italiani teme che la guerra in Ucraina possa sfociare in una guerra mondiale. L’80% ha paura che questa possa anche diventare una guerra atomica con l’utilizzo dei armi nucleari da parte delle grandi potenze. Da notare che gli stati che dispongono di bombe atomiche sono, oltre agli Usa, che sono ...

Il Consiglio comunale di Verona (Comencini astenuto) condanna l’invasione dell’Ucraina

Un atto di indirizzo bipartisan, per esprimere sostegno alla popolazione ucraina e condannare l'invasione. Il Consiglio comunale di ieri sera, con 32 voti favorevoli e 1 astenuto (Comencini, Lega), ha approvato un ordine del giorno di condanna dell’invasione Ucraina a firma del presidente Leonardo Ferrari e di quasi tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza. Il documento bipartisan invita il Governo italiano a “condannare con ogni misura ed ogni sede internazionale l’unilaterale ...

Il Gruppo Generali chiude la sua rappresentanza in Russia e ferma le attività. Aiuti alle famiglie e ai profughi ucraini

(s.t.) A una settimana dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina e dopo giorni di attenta vigilanza, monitorando costantemente la situazione in rapida evoluzione e le relative implicazioni per le attività del Gruppo e per i mercati finanziari, Assicurazioni Generali ha deciso ieri pomeriggio di chiudere il proprio ufficio di rappresentanza a Mosca, aperto nel 2018, e di congelarne gli sviluppi. Lo ha comunicato la stessa compagnia assicurativa triestina con una nota nella quale precisa di ...

Valdegamberi censurato da Facebook per le sue posizioni filorusse

Stefano Valdegamberi, consigliere regionale eletto nella Lista Zaia, è amico della Russia. Fin dal 2014, quando l’Europa decise le sanzioni contro Mosca, non ha mai nascosto la propria posizione critica nei confronti sia dell’embargo sia della politica occidentale nei confronti di Putin. Mentre il mainstream mediatico condannava l’annessione della Crimea, che è stato uno dei prodromi della guerra in corso, Valdegamberi sosteneva il diritto della popolazione della penisola, che ben ...

Il diritto all’autodeterminazione dei popoli, sancito dalle Nazioni Unite, vale molto poco per chi pensa di poterlo applicare a suo piacimento

(di Nuccio Carrara*)  Nubi sempre più fitte e nere si addensano sul cielo dell’Ucraina e dell’Europa. È già partito il martellamento propagandistico occidentale che, come al solito, offre una visione manichea dei fatti: da una parte stanno i buoni, guidati dagli Stati Uniti, dall’altra coloro che non riconoscono il Verbo a stelle e strisce. In realtà la situazione è più complessa e andrebbe vista con distacco e, soprattutto, guardando agli interessi nazionali troppe volte ...

Lorenzo Fontana sulla crisi ucraina. Non gettiamo la Russia fra le braccia della Cina

Due interviste di spessore in due settimane. Una al Corriere della Sera e l’altra a La Stampa. Lorenzo Fontana, leader della Lega veronese e vice Salvni,  si sta accreditando come uno dei politici più preparati cui Salvini affida il compito di delineare le posizioni del partito su tematiche moltosensibili, sia di politica interna che di politica internazionale. Un compito che Fontana sta svolgendo benissimo. Nella sua intervista al Corriere all’indomani della rielezione di ...

Italiani evacuati dall’Ucraina. Sull’orlo di una guerra assurda. 

Il governo ha ordinato l’evacuazione dei cittadini italiani dall’Ucraina al pari di altri paesi europei. Washington l’aveva già fatto per gli americani. Questo aumenta moltissimo la preoccupazione. Se si arriva a tanto, allora vuol dire che sotto qualcosa c’è. Che la guerra in Ucraina potrebbe scoppiare da un momento all’altro. Sono mesi che gli Usa - e quindi la Nato- continuano a menarla con ‘sta storia che la Russia vuole invadere l’Ucraina. Per questo ha ammassato truppe ai ...

Orban da Putin a comprare gas. Noi intanto paghiamo bollette sempre più salate

Mentre dalle parti dell’Ucraina soffiano venti di guerra e s’ode clangore di armi ai confini della Russia e dall’altra parte dell’oceano Trump denuncia il pericolo che la politica di Biden ci faccia precipitare nella 3^ guerra mondiale, il premier ungherese Viktor Orban va a Mosca a contrattare un’aumento delle forniture di gas. L’incontro con Putin è previsto per domani. "Vorrei aumentare la quantità di gas da consegnare all'Ungheria rispetto ai livelli concordati nel ...

Gli Usa concentrati sul pericolo cinese. Perché alimentare la tensione con la Russia?

Elbridge Colby, analista strategico dell’amministrazione Trump con esperienze al Pentagono e nell’intelligence, autore del libro “Cara Europa pensaci tu”, in un’intervista alla rivista formiche.net esprime delle interessanti valutazioni sulla strategia Usa nel mondo. Valutazioni condivise da altri analisti americani e che delineano bene la nuova visione di Washington degli assetti e delle dinamiche mondiali. Il dato che emerge, peraltro già delineato anche prima di Biden, è ...