salute 25 results

Il nuovo ministro della Salute: basta bollettino Covid giornaliero e reintegro sanitari sospesi

L’orientamento del nuovo ministro della Salute Orazio Schillaci è di reintegrare in servizio del personale sanitario sospenso per inadempienza all'obbligo vaccinale prima del termine di scadenza della sospensione.Nel contempo il Ministro della salute intende sospendere la pubblicazione giornaliera del bollettino dei dati relativi alla diffusione dell'epidemia, ai ricoveri e ai decessi, che sarà ora reso noto con cadenza settimanale.I due provvedimenti saranno adottati a breve dopo sei mesi ...

Gli allergologi a Congresso a Verona. E Senna lancia il bollino arancione per i ristoranti ‘qui mangi sicuro’ per chi ha  intolleranze alimentari

Da domenica 16 a martedì 18 ottobre si terrà il congresso nazionale di Allergologia. «E’ la prima l di là dell’orgoglio organizzativo la presenza fra i relatori di un folto gruppo di Direttori e rivolta, da quando nel 1953 è stata fondata la Società di Allergologia e Inmmunologia Clinica, che si svolge in Veneto e segnatamente a Verona si svolge il Congresso Nazionale» annuncia con soddisfazione il Prof. Gianenrico Senna, direttore dell’UOC e Asma Center dell’ Azienda ...

Nel toto-ministri spunta il nome del veronese Luca Coletto alla Sanità

Mai un risultato elettorale è stato dato per scontato come quello delle politiche del 25 settembre. Si sa che vincerà il centrodestra, che FdI sarà il primo partito e la Meloni il prossimo capo del governo. Insomma: una partita a carte scoperte. A questo punto gli interrogativi che si pongono sono sui nomi dei ministri. Sembrerebbe scontato che a Tremonti venga assegnato il ministero dell’Economia, a Nordio la Giustizia, a Urso quello dello Sviluppo Economico e a La Russa la Difesa. E gli ...

10 mila passi al giorno, più che una mela, levano il medico di torno. Ma anche di meno se fatti velocemente

Post prandium deambulare. Camminare dopo mangiato. Lo dicevano già gli antichi romani. Fin d’allora si sapeva che camminare fa bene: preserva dal declino cognitivo, dalle malattie cardiovascolari, e dai tumori e, soprattutto, fa vivere più a lungo. Il passo è stato programmato dalla natura per favore la circolazione attraverso la tomba muscolare attivata nel camminare. Più recente acquisizione che sono 10 mila i passi che dovremmo fare tutti quotidianamente per vivere più sani e di ...

Medicina e nutrizione sana per avere il “Ben di stomaco”: due medici scrittori affrontano uno dei malanni del secolo

Alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha pensato di soffrire di reflusso. Oppure di gastrite, bruciori di stomaco, mal di pancia perenni. Sono in tanti, tantissimi, almeno uno su cinque, e rendono il mal di stomaco uno dei malanni più diffusi. Si stima infatti che sia capace di colpire almeno il 20% della popolazione. E ora un romanzo medico pensato da due esperti e presentato a Verona racconta come trasformare uno dei più fastidiosi (e dannosi) malesseri in un “ben di stomaco...

La prevenzione ci fa stare meglio e fa risparmiare lo Stato. Ma occorre attrarre gli investimenti con regole più efficaci

La salute è un costo? Sì, ma a parte che lo dovremmo sostenere volentieri perché la prevenzione migliora e allunga la vita, un sistema sanitario funzionante sarebbe anche economicamente più sostenibile. Anzi, farebbe bene alle casse dello Stato, come testimoniano diverse analisi. Di ricerca e investimenti necessari si è parlato a Verona nell’incontro “InnovaCtion – cosa serve alle idee per diventare salute, impresa, futuro”, promosso da GlaxoSmithKline in occasione dei 90 anni di ...

I donatori di sangue veneti vogliono partecipare alla programmazione

In occasione della rielezione, avvenuta qualche settimana fa, della veronese Chiara Donadelli a presidente della sezione veronese della Fidas, la Federazione Italiana della Associazioni di Donatori di Sangue erano emerse le difficoltà che si frappongono fra la decisone di donare e la donazione. Molti vorrebbero farlo, ma poi per un motivo o per l’altro non lo fanno. Adesso lo rileva anche l’altra grande organizzazione dei donatori di sangue, l’Avis del Veneto, pure impegnata nel sta ...

40mila medici in meno

I medici del SSN sono 100 mila. Uno ogni 600 abitanti. A Cuba, paese del terzo mondo, ce n’è uno ogni 150. Entro il 2024 di questi 100 mila 40 mila se ne andranno in pensione  o andranno a lavorare nel privato o nella libertà professione. Si stima che solo 10/13 mila possano essere rimpiazzati dai neo-laureati in medicina. Evidentemente sono troppo pochi per rispondere alle esigenze del sistema. Questo per gravi errori di programmazione per i quali non ha pagato nessuno e tantomeno s’è ...

Mancano i medici di famiglia. Il sindaco incontra i loro sindacati

I sindacati dei medici di famiglia Fimmg, Fismu, Smi e Snami hanno incontrato Sboarina per esporre le preoccupazioni legate alla carenza di organico per i pensionamenti e alla scarsità di spazi per gli ambulatori. Due problemi che toccano da vicino i veronesi e che sono state illustrate al sindaco quale responsabile della salute pubblica. A preoccupare anche l’assistenza agli over80, sempre più numerosi e bisognosi di essere seguiti da vicino, anche in collaborazione con le strutture ...

Costa, sottosegretario alla salute: basta numero chiuso a medicina. E Zaia applaude.

E’ la prima volta che un esponente del governo si espone contro quello che fino ad oggi è stato un tabù dei sapientoni del Ministero dell’Università e dei vari baroni. ”Sono convinto che il numero chiuso all’Università per accedere alla facoltà di Medicina sia superato - ha affermato il sottosegretario alla salute Andrea Costa in una trasmissione a Radio 24- e che sia necessario garantire maggiore meritocrazia per accedere alla formazione universitaria”.Era ora! Finalmente ...

Nel DEF meno soldi per la sanità. Ma il grosso delle risorse è nel Fondo Sanitario Nazionale che prevede un aumento. 

Il 10 aprile è stato presentato il  Documento di programmazione economica e finanziaria (DEF), che prevede anche i finanziamenti alla sanità per il triennio 2023-25. Contrariamente a tutte le dichiarazioni d’intenti fatte durante l’infuriare della pandemia si passa dai 131,7 miliardi del 2022 ai 130,7  per il 2023 a 128,9 per il 2024 e ai 129,5 miliardi per il 2025. Il che significa una diminuzione dei finanziamenti per il Servizio Sanitario Nazionale che ha bisogno di ...

Il “Mater Salutis” apre le proprie porte alle donne per discutere problematiche relative alla salute femminile

(di Stefano Cucco) L’ospedale “Mater Salutis” di Legnago venerdì 22 aprile apre le porte alle donne per un pomeriggio all’insegna dell’informazione, attraverso il dialogo con gli specialisti che “escono dalle corsie” per portare la loro esperienza e confrontarsi con il pubblico. L’evento ricade nell’ambito delle iniziative promosse da Fondazione Onda – Osservatorio nazionale sulla salute della donna, proprio in occasione della “Giornata nazionale della salute della ...

Affrontare il Parkinson con resilienza e tanta autoironia. Da domani in Gran Guardia voci e storie di chi ci convive

Sdrammatizzare. E possibilmente aiutarsi con tanta autoironia, mai perdere la curiosità. A suggerirlo è il giornalista Vincenzo Mollica che dal 2013, quando aveva 60 anni, convive con "Mr. Parkinson". Scherzosamente lo chiama così e lo paragona alle canzoni di Celentano degli anni Sessanta, per l’alternanza di tempi veloci e lenti, e a certi film di Chaplin. La testimonianza di Mollica, insieme a quella di Francesca Cavalli (del 1968, Parkinson diagnosticato nel 2010 a 41 anni), del ...

Arrestato medico di base veronese. Avrebbe certificato finte vaccinazioni Covid a pagamento

I Carabinieri del Nas di Padova hanno arrestato un medico di base della nostra città, ritenuto responsabile di aver simulato la somministrazione del vaccino anti Covid-19 a pagamento. Nella vicenda sono coinvolte anche altre cinque persone che facevano gli intermediari procurando al medico coloro che non volendo farsi inoculare il vaccino, avevano interesse a far finta di farsi vaccinare per poi avere la certificazione che permettesse loro di eludere le restrizioni per i non vaccinati. Un ...

Rischio aumentato di malattie cardiovascolari per i guariti dal Covid

“Nature Medicine” ha pubblicato una ricerca fatta su più di 150mila pazienti guariti dal Covid che ha dimostrato che rischiano l‘ictus il 52% in più di chi non si è mai ammalato del virus. Addirittura per questa categoria il maggior rischio di scompenso cardiaco è del 72%. Il dato è preoccupante. Negli ultimi decenni la mortalità per malattie cardiovascolari, che in Italia colpiscono 7,5 milioni di persone, si era più che dimezzata. Il Covid sta annullando quello che la medicina ...